Sei in: Home

startupA partire da lunedì 16 febbraio possono essere presentate le domande per il sostegno alle start-up innovative, per le quali il Ministero dello Sviluppo economico, attraverso il programma Smart&Start, ha messo a disposizione 250 milioni di euro.

   

 

 

La richiesta dei finanziamenti è solo online, attraverso il portale di Invitalia, e prevede tempi rapidissimi per la valutazione. Le domande sono valutate in base all’ordine di arrivo e non ci sono graduatorie.

 

Le misure prevedono un finanziamento a tasso zero fino all’80%, per i progetti dal valore compreso tra 100.000 e 1.500.000 di euro, presentati sia da soggetti che ancora non hanno avviato attività d’impresa, che da imprese innovative con meno di 48 mesi di vita. Inoltre il 20% del finanziamento può essere a fondo perduto per i programmi realizzati in Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna, Sicilia e nel Territorio del cratere aquilano.

 

È stata inoltre introdotta una corsia preferenziale per le domande che vedono l’intervento di un investitore qualificato per almeno il 30% del valore del progetto. Inoltre una partnership con ABI dovrebbe garantire la gestione automatica di tutte le spese fatturabili, esimendo quindi le start-up finanziate dalla gestione di partite finanziariamente costose, come gli anticipi dell’IVA.

 

 

 

 

 


 

 

 


 

 

 

Ultimo aggiornamento ( Venerdì 20 Febbraio 2015 11:41 )