Sei in: Home
PDF Stampa E-mail Scritto da Redazione    Mercoledì 06 Luglio 2011

leaderAsse IV - LEADERLEADER è l'acronimo di Liason Entre Action de Developement de l'Economie Rurale (che tradotto vuol dire "Collegamento Tra le Azioni di Sviluppo dell'Economia Rurale"). Nato nel 1989 come iniziativa Comunitaria, è ora uno degli Assi di sviluppo per il sostegno allo sviluppo rurale da parte della Comunità Europea."L'Asse IV - Approccio Leader" del Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 (PSR) della Regione Puglia promuove lo sviluppo integrato, endogeno e sostenibile dei territori rurali attraverso la realizzazione di Programmi di Sviluppo Locale (PSL) presentati dai 26 tra Gruppi di Azione Locale (GAL) e Comitati Promotori distribuiti sul territorio regionale

In particolare, l'obiettivo dell'asse IV è sostenere la multifunzionalità e la diversificazione delle attività agricole e puntare sullo sviluppo di microfiliere locali di settori diversi per creare e consolidare poli locali di sviluppo.Attraverso l'integrazione tra differenti settori dell'economia locale, l'uso di nuove tecnologie e lo sviluppo di nuovi servizi, le popolazioni delle aree rurali possono promuovere percorsi innovativi di sviluppo.Lo sviluppo delle zone rurali viene stimolato attraverso: il mantenimento e la creazione di nuove attività la valorizzazione delle risorse ambientali e culturali locali il miglioramento della qualità della vita la cooperazione tra i territori la costituzione di reti per la divulgazione delle esperienzeI Gruppi di Azione LocaleI Gruppi di Azione Locale (GAL), costituiti in forma societaria, attuano la strategia di sviluppo locale (PSL) attingendo ad un ampio set di misure dell'asse III del PSR (diversificazione delle attività agricole, sviluppo di microimprese, incentivazione delle attività turistiche, servizi, valorizzazione degli elementi del patrimonio rurale) ed integrandole con misure degli assi I e II.I Programmi di Sviluppo LocaleI Programmi di Sviluppo Locale (PSL) sono gli strumenti attraverso cui i GAL sostengono l'attuazione delle strategie di sviluppo locale e la realizzazione di progetti di cooperazione per favorire il miglioramento della competitività agricola e forestale, dell'ambiente e dello spazio rurale, della qualità della vita nelle aree rurali.
Asse IIIMisura 311 - Diversificazione in attività non agricoleGli obiettivi specifici della misura sono quelli di incrementare la diversificazione dellefonti di reddito e dell’occupazione della famiglia agricola, promuovendo l’uso sostenibile delle risorse fisiche, naturali e agricole disponibili, con particolare attenzione all’uso di biomasse per la produzione di energia, con vantaggio indiretto per le collettività rurali e di favorire l'ingresso di giovani e donne nel mercato del lavoro e stimolarne la permanenza nelle aree rurali.Misura 312 - Sostegno allo sviluppo e alla creazione delle impreseSostenere lo sviluppo e l'innovazione organizzativa e tecnologica delle microimprese extra agricole e la formazione di microcircuiti locali, attraverso il sostegno allo sviluppo delle microimprese in campo non agricolo.Misura 313 - Incentivazione di attività turisticheIntrodurre servizi al turismo rurale e promuovere sistemi di rete di supporto.La misura mira, inoltre, ad accrescere l’attrattività dell’ambiente rurale.In particolare, si propone di sostenere il miglioramento della qualità e della quantità dei servizi turistici, in sinergia con le imprese del settore agricolo, commerciale, artigianale, con Enti Pubblici, associazioni e altri soggetti, al fine di creare centri di informazione di servizi turistici, che promuovano i prodotti tipici e locali.Misura 321 -Servizi essenziali per i servizi dell'economia ruraleL’obiettivo specifico della misura è quello di migliorare l'offerta e l'utilizzo di servizi essenziali alla popolazione, soprattutto alle fasce deboli. La misura mira a favorire la fruizione di determinati servizi nei contesti rurali per garantire maggiore qualità della vita ai residenti in raccordo con i Piani di zona e della salute.Misura 323 - Tutela e riqualificazione del patrimonio ruraleL’obiettivo specifico della misura è quello di riqualificare i villaggi e gli elementi antropici e paesaggistici del patrimonio rurale.La misura mira a valorizzare il patrimonio archeologico, architettonico, storico-artistico e il paesaggio delle zone rurali al fine di incrementare l’attrattività turistica delle stesse aree e di migliorare la qualità della vita della popolazione. Gli ulivi monumentali rappresentano un elemento distintivo del paesaggio pugliese nella sua interezza, pertanto, è fondamentale la loro tutela sull’intero territorio rurale della Puglia.Misura 331 - Formazione e informazioneL’obiettivo specifico della misura è quello di migliorare il livello di conoscenze e le competenze professionali e le capacità imprenditoriali degli operatori locali delle aree rurali, al fine di aumentare l’efficacia delle iniziative di sviluppo e rivitalizzazione delle stesse promosse nell’asse III.Particolare attenzione dovrà essere riservata al rafforzamento delle competenze necessarie alla diversificazione dell'economia locale al fine di rispondere alla domanda di turismo, di attività ricreative, di servizi ambientali, dell’offerta di servizi essenziali alla popolazione rurale e di pratiche rurali tradizionali e di prodotti di qualità.Inoltre obiettivo della misura è di favorire la formazione soprattutto dei giovani e delle donne (compreso altri soggetti in situazione di esclusione).La misura si articola in due azioni:Azione 1 Formazione(organizzazione di corsi, stage, seminari, incontri formativi e workshop).Azione 2 Informazione(attraverso i mezzi di informazione editoriale, anche mediante supporti informatici e multimediali, comprese le tecnologie ICT).

Ultimo aggiornamento ( Giovedì 24 Novembre 2011 11:36 )