Sei in: Home
PDF Stampa E-mail Scritto da Rosanna Nicolì    Mercoledì 08 Agosto 2012

viaggio_estero

Ricordatevi che c'è un numero unico per le emergenze, il 112, che è disponibile in tutti gli Stati membri e che si può chiamare da telefoni fissi o mobili, gratuitamente.

Portate con voi i numeri di telefono da chiamare in caso di emergenza, come il numero del soccorso stradale (ACI 803-116; Europ Assistance-Vai 803-803; numero verde per segnalazione atti vandalici 800.061.061).

 

 

Altri numeri utili di assistenza nel mondo (999: Regno Unito e in molte nazioni del Commonwealth (India); 911 America del Nord e Canada; 111: Nuova Zelanda; 190: Brasile; 119: alcune zone dell'Asia; 000: Australia; 01, 02, 03: (rispettivamente: pompieri, polizia, ambulanza) in Russia e Ucraina. I numeri di emergenza non devono mai essere impiegati per ragioni non legate alle emergenze, si può essere puniti penalmente in caso di falsi allarmi o scherzi.

 

Per viaggiare in Europa e all'estero, si consiglia di munirsi sempre di passaporto oppure, qualora gli Stati attraversati ne riconoscano la validità, di carta d’identità valida per l’espatrio.

A tale proposito si segnala però che spesso comportano notevoli disagi (fino al respingimento in frontiera) sia le carte d’identità in formato cartaceo rinnovate con timbro apposto dal Comune di appartenenza, sia quelle in formato elettronico rinnovate con il foglio di proroga rilasciato dal Comune, sia le carte d’identità la cui validità sia stata prorogata fino al giorno della propria data di nascita.
Pertanto, prima di partire, si consiglia di richiedere l’emissione di una nuova carta d'identità, la cui validità decennale decorrerà dalla data del rilascio.

Il passaporto resta comunque il principale documento per le trasferte oltre confine, poiché universalmente riconosciuto, mentre vi sono molti Paesi che non riconoscono la validità della carta d’identità, anche se valida per l’espatrio.

 

Documenti per i minori
Dal 26.06.2012 tutti i minori possono viaggiare in Europa e all'estero soltanto se muniti di  un documento di viaggio individuale. Ne consegue che non sono più valide tutte le iscrizioni dei minori sul passaporto dei genitori. Al contempo i passaporti dei genitori con iscrizioni di figli minori rimangono validi per il solo titolare fino alla naturale scadenza.

Al minorenne sarà rilasciato un documento dotato di microchip. Dai 12 anni in su è prevista anche l'acquisizione delle impronte e la firma digitalizzata. E' necessario che sul passaporto del minore, presente all'atto della richiesta di rilascio del passaporto per il riconoscimento della foto, compaia l'assenso di entrambi i genitori (coniugati,conviventi, separati, divorziati o genitori naturali). Lo stesso principio si applica anche in caso di rilascio al minore di carta di identità valida per l'espatrio.

Sia i passaporti per minori che le carte d'identità per i minori hanno due diverse tipologie di validità, al fine di garantire l'aggiornamento della fotografia e la identificazione del minore ai controlli di frontiera:

• Minore da 0 a 3 anni: validità triennale
• Minore dai 3 ai 18 anni: validità quinquennale


Minori di 14 anni non accompagnati dai genitori

Ogni volta che un minore di 14 anni viaggia fuori dal territorio nazionale, non accompagnato da uno dei genitori o da chi ne fa le veci, necessita di una dichiarazione di accompagno in cui deve essere riportato il nome della persona o dell'ente cui il minore viene affidato, sottoscritta da chi esercita sul minore la potestà e vistata dagli organi competenti al rilascio del passaporto.
Pertanto ogni volta che il minore di anni 14 si dovrà recare all'estero con un accompagnatore diverso dai genitori sarà necessario, da parte di questi ultimi, sottoscrivere la dichiarazione di accompagno che resterà agli atti della questura, la quale provvederà a rilasciare un modello unificato, che l'accompagnatore presenterà alla frontiera insieme al passaporto del minore in corso di validità.

 

"Viaggiare Sicuri"

Visitando il sito Viaggiare sicuri, a cura del Ministero Affari Esteri,  si possono avere informazioni utili sul Paese che si intende visitare e il titolo di viaggio necessario. Registrandosi è possibile attivare il servizio di notifica che permette di essere avvisati automaticamente, via e-mail o SMS, se vengono aggiornate informazioni relative ai paesi di proprio interesse.

"Dove siamo nel mondo"

E' un servizio del Ministero degli Affari Esteri che consente agli italiani che si recano temporaneamente all'estero di segnalare (su base volontaria) i dati personali, al fine di permettere all'Unità di Crisi, nell'eventualità che si verifichino situazioni di grave emergenza, di pianificare con maggiore rapidità e precisione interventi di soccorso.

VISITA IL SITO

 

 

 

 



Ultimo aggiornamento ( Lunedì 04 Marzo 2013 14:05 )